Sei in Archivio

Venezia

Discute con l'amico e bussa per farsi aprire: ucciso a colpi di pistola

09 gennaio 2018, 16:53

Apparivano nelle foto su Facebook abbracciati, in atteggiamento amichevole, ma qualcosa nel loro rapporto doveva essersi inesorabilmente guastato se la notte scorsa a Venezia Ciro Esposito, napoletano di 51 anni, ha ucciso Ivano Gritti, 48 anni, scaricandogli contro due colpi di pistola, uno dei quali lo ha raggiunto all’occhio.
L’episodio è accaduto davanti ai vicini, in una zona del centro storico a ridosso di Piazzale Roma fatta di vecchie casette basse di edilizia popolare divise da piccoli giardini. Dopo aver discusso animatamente, Gritti ha bussato alla porta di Esposito gridando più volte «fammi entrare» e quest’ultimo, per tutta risposta, ha sparato con un’arma illegale con la matricola abrasa. I carabinieri sono intervenuti immediatamente: mentre i sanitari tentavano inutilmente di rianimare Gritti, hanno intavolato una trattativa per convincere Esposito, con precedenti per reati contro il patrimonio, alla resa. Dopo lunghi momenti di tensione, l’uomo si è deciso ad aprire la porta e a farsi arrestare in flagranza di reato. Portato in caserma, ha fatto le prime ammissioni davanti al magistrato Patrizia Ciccarese ed è stato condotto in carcere. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA