Sei in Archivio

TORINO

Insegnante uccisa: ripreso processo, Obert non risponde a pm

Accusata di concorso in omicidio madre reo confesso delitto

09 gennaio 2018, 13:50

(ANSA) - TORINO, 9 GEN - Si è avvalso della facoltà di non rispondere Roberto Obert, il 56enne di Forno Canavese, chiamato come testimone nel processo contro Caterina Abbattista, accusata di concorso nell'omicidio della professoressa di Castellamonte, Gloria Rosboch. Il processo che è ripreso questa mattina in tribunale a Ivrea. Obert è stato condannato in primo grado a 19 anni come autore materiale di quell'omicidio insieme a Gabriele Defilippi, figlio della Abbattista, a sua volta già condannato a trent'anni di reclusione. Questa mattina, in aula, è stato sentito anche l'ex comandante del reparto investigativo dei carabinieri di Torino, il colonnello Domenico Mascoli, che coordinò le indagini sull'omicidio. Mascoli ha confermato il ruolo fondamentale di Obert nel ritrovamento del cadavere di Gloria Rosboch, nascosto nell'ex discarica di Rivara. Caterina Abbattista ha rilasciato alcune dichiarazioni spontanee, ribadendo che il giorno dell'omicidio era al lavoro, in ospedale a Ivrea, e non si è mai allontanata.(ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA