Sei in Archivio

Rifiuti

L'assessore regionale Gazzolo: "Da Roma cifre in libertà, basta giochetti"

09 gennaio 2018, 21:20

L'assessore regionale Gazzolo:

(ANSA) - BOLOGNA, 9 GEN - Sul fronte dei rifiuti e del costo per il loro smaltimento «dal Comune di Roma» arrivano «cifre in libertà: smaltire rifiuti in Emilia-Romagna costa meno rispetto alla media nazionale e a quella delle regioni del Nord». E' quanto sostiene, in una nota, l’assessore regionale all’Ambiente, Paola Gazzolo, secondo cui occorre fare «basta giochetti: ognuno si assuma le sue responsabilità in trasparenza».
In particolare, osserva, «di cosa parla l’assessore all’Ambiente del Comune di Roma, Pinuccia Montanari? Quantificare in 200 euro il costo dello smaltimento dei rifiuti della Capitale in Emilia-Romagna significa sparare numeri in libertà. Le cifre diffuse sono prive di qualsiasi fondamento: come le ha calcolate? Sarebbe interessante saperlo, visto che Ama non ha nemmeno chiesto un preventivo ai nostri gestori e, anzi, si è negata ad ogni tentativo di contatto ufficiale come disposto dalla nostra delibera».
A giudizio di Gazzolo, in merito, «il Rapporto rifiuti urbani 2017 di Ispra parla chiaro: il costo medio dello smaltimento in Emilia-Romagna è di 116,7 euro a tonnellata», un prezzo inferiore sia alla media delle Regioni del Nord che è di 125,8 euro a tonnellata, sia ai 124,2 della media nazionale.
«In ogni caso - prosegue l’assessore emiliano romagnolo - anche considerando i costi dei tre impianti che sarebbero stati coinvolti nello smaltimento dei rifiuti di Roma, e aggiungendo la quota di disagio ambientale, prevista dalle norme, e le spese di trasporto, non si sarebbe mai arrivati alle cifre di cui parla il Comune di Roma». (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA