Sei in Archivio

il caso

Pizzarotti contro il M5s: "Smaltire i rifiuti da noi costa troppo? Io li farei pagare il doppio"

"Fanno politica sulla pelle dei romani, da Raggi non una parola"

09 gennaio 2018, 11:56

Pizzarotti contro il M5s:


 «In questo gioco del torello del Movimento 5 Stelle, a rimetterci sono la Capitale d’Italia e i suoi cittadini. I grillini si professano diversi dagli altri ma alla fine dimostrano di dare la precedenza alle strumentalizzazioni politiche. Invece che cercare soluzioni concrete, nascondono i rifiuti sotto al tappeto». Lo dice a Repubblica, Federico Pizzarotti, sindaco di Parma che lasciò il Movimento 5 Stelle dopo esserne stato sospeso e poi ha riconquistato la guida della sua città da civico, commentando il caos rifiuti a Roma.
«Quando in questi giorni sento i rappresentanti del Movimento 5 Stelle dire che lo smaltimento dei rifiuti costa troppo - aggiunge Pizzarotti - , io vorrei dire loro che lo farei pagare il doppio. Perchè bisogna premiare chi produce meno immondizia». «Io - prosegue - ho manifestato contro lo «Sblocca Italia» del Governo Renzi proprio sul tema degli inceneritori, però da sindaco mi chiedo: se il Movimento 5 Stelle approccerà sempre i problemi da un punto di vista ideologico, che risposte ci daranno se saranno al governo? In realtà lo so già, perchè con loro o si parla dei «macrosistemi» o non si discute di niente».
Intervistato anche dal Messaggero, Pizzarotti sottolinea come «l'approccio del M5s è strumentale, ideologico, cavalcano i temi ma vorrei dire loro che funziona quando non governi. Stanno facendo politica sulla testa dei romani e del sindaco di Roma che non a caso non ha detto una parola». «E' chiaro - spiega - che hanno preso una scelta per la campagna elettorale e non per risolvere i problemi. Lo trovo inaccettabile. Quando amministri devi avere un approccio istituzionale. E quindi devi prima cercare di risolvere il problema poi puoi tornare a dire che servono impianti e che ci sono problemi strutturali da anni». (ANSA).