Sei in Archivio

il caso

Bonaccini: "Stiamo molto bene senza i rifiuti di Roma"

10 gennaio 2018, 17:44

Bonaccini:

"Noi stiamo molto bene senza i rifiuti di Roma: eravamo stati interpellati e per spirito consueto di solidarietà istituzionale oltre che per evitare l’immagine di una capitale invasa dall’immondizia, avevamo raggiunto un accordo con i comuni sede di impianto, cioè Parma, Modena e Granarolo, mettendo dei paletti sulla quantità e sul periodo di tempo". Così il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini è tornato sulla questione dei rifiuti romani, parlando a Piacenza, a margine dell’incontro organizzato da Cna su «La sfida del futuro: Lombardia ed Emilia Romagna verso l'autonomia».
«Era tutto a posto - ha aggiunto - se non che da Roma hanno fatto marcia indietro, che in sè ci può stare. Quello che non ci sta sono alcuni insulti che sono perfino arrivati come se avessimo chiesto noi di ricevere i rifiuti romani. Poi c'è stato qualche deputato dalle parti di Modena che ha addirittura detto che non c'era emergenza rifiuti a Roma. Poi quando si sono accorti che la città era piena di rifiuti hanno dovuto ammettere che l’emergenza c'era ma hanno dato la colpa a chi ha governato prima. E infine quando si sono resi conto che non sono due giorni che sono al governo della capitale hanno dovuto dire che c'è l’avrebbero fatta da soli. E adesso? Ho parlato proprio stamattina con il presidente della Regione Abruzzo che mi diceva che domani in Giunta valuteranno se accogliere i rifiuti romani. Quindi avevo ragione quando dicevo che da soli non ce l'avrebbero fatta».