Sei in Archivio

serie C

Mancati pagamenti: il Vicenza sciopera, Arezzo a processo

10 gennaio 2018, 18:19

Mancati pagamenti: il Vicenza sciopera, Arezzo a processo

Sono scesi in stato di agitazione, per il mancato pagamento degli stipendi da parte della società, i giocatori del Vicenza Calcio che - annuncia oggi l’Aic - scenderanno in sciopero sabato 13 gennaio, non prendendo parte quindi alla gara con il Padova nella Coppa Italia di C.
«Nonostante le continue promesse - spiega l’Assocalciatori - non vi è stata alcuna azione formale della nuova proprietà in ordine al pagamento degli stipendi arretrati. Per tali motivi l'Aic annuncia lo stato di agitazione dei calciatori professionisti tesserati con il Vicenza Calcio e indice sin d’ora lo sciopero dei predetti calciatori per sabato 13 gennaio 2018, auspicando che il club, posto quanto sopra, adempia al pagamento delle somme contrattualmente dovute». Aic lamenta «l'estrema incertezza in cui versano i lavoratori della società. I calciatori non hanno ricevuto ancora gli stipendi relativi al bimestre di settembre/ottobre e saranno costretti a subire penalizzazioni sportive a causa dei ritardi e delle carenze societarie».

Arezzo, l'ex presidente e la società a processo

L’ex presidente dell’Arezzo Mauro Ferretti e la società amaranto andranno a processo davanti al tribunale Federale nazionale per un’inadempienza legata alla scadenza dello scorso 16 ottobre, quando vennero saldati soltanto gli stipendi a tesserati e dipendenti.
La recidiva potrebbe rendere più pesante la decurtazione in classifica per la squadra toscana di calcio che milita nel girone A della serie C, e che di recente è passata nelle mani dell’imprenditore romano Marco Matteoni.
A marzo è atteso un ulteriore deferimento per il mancato pagamento di stipendi, ritenute e contributi entro il termine del 16 dicembre, quando si era già concretizzato il passaggio di proprietà a Neos Solution trasformatosi poi in un ritorno all’ex Feretti che ha poi ceduto a Matteoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA