Sei in Archivio

RAVENNA

Truffe con riti, ciondoli e talismani, erborista a processo

Raccontava alle vittime di visioni con 'potenti stregoni'

11 gennaio 2018, 10:30

(ANSA) - RAVENNA, 11 GEN - Rifilava ai suoi clienti amuleti e talismani, convincendoli a praticare riti esoterici per scacciare il malocchio. Protagonista un erborista 50enne che a Ravenna è a processo per truffa, come raccontano quotidiani locali. I fatti risalgono agli anni 2012 e 2013. Le sedute dell'erborista-stregone avvenivano nel soppalco del suo negozio, ma spesso dava anche 'compiti a casa', chiedendo ai clienti di posizionare negli angoli delle stanze specchi, candele, e pietre magiche, che si faceva pagare. Una donna gli avrebbe dato 30mila euro per acquistare alcuni ciondoli e una sorta di bacchetta magica. Nella 'rete' finirono anche la figlia della cliente e il fidanzato: diceva loro di aver avuto visioni di stregoni potenti che avevano fatto fatture. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA