Sei in Archivio

ROMA

Riforme: Pisicchio, serve vera assemblea costituente

Che referendum abbia detto no non cambia esigenza aggiornamento

15 gennaio 2018, 13:50

(ANSA) - ROMA, 15 GEN - "L'Italia ha bisogno delle riforme costituzionali: il fatto che il referendum abbia bocciato l'impianto approvato dal Parlamento non significa che l'esigenza di aggiornamento non sia viva e attuale. Occorre trovare una regola condivisa per affrontare il tema". Lo afferma il presidente del gruppo Misto alla Camera Pino Pisicchio. "Avrebbe senso, allora, un'Assemblea Costituente, eletta dal popolo con criterio proporzionale puro e voto di preferenza, della durata di un anno, per riscrivere con competenza e senso delle istituzioni il nuovo assetto ordinamentale. Cento, centocinquanta costituenti, scelti tra personalità esperte e qualitativamente indiscutibili, e la parola finale al popolo per accettare o respingere la riforma della seconda parte della Costituzione", conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA