Sei in Archivio

AMBIENTE

Valmozzola, maglia verde in provincia

188 punti luce sostituiti con lampade a led

di Valentino Straser -

15 gennaio 2018, 11:28

Valmozzola, maglia verde in provincia

Valmozzola? Il comune più «green» della provincia di Parma. L’urgenza di adottare politiche energetiche a livello nazionale e internazionale, coinvolge anche piccole realtà decentrate come il territorio di Valmozzola, fanalino di coda della provincia di Parma per il numero di abitanti.

Il risparmio energetico e la sfida al «riscaldamento globale» sono diventati temi di grande attualità e, nello stesso tempo una necessità inderogabile per concretizzare un insieme di azioni per la salute del pianeta. Azioni che, oltre a far diminuire in modo consistente il costo di produzione dell’energia, potranno avere ricadute immediate sulla qualità della vita dei cittadini e non potrà che riflettersi positivamente sulla tutela del patrimonio paesaggistico e naturalistico, quindi, in prospettiva, anche sulla fruibilità turistica del territorio.
Un sistema integrato, e una politica energetica di ampio respiro che si intreccia strettamente con il territorio e le peculiarità storiche e culturali che lo caratterizzano. La produzione di energia ottenuta da fonti rinnovabili riguarda impianti di conversione da fotovoltaico a terra e sui tetti, una caldaia a cippato di prossima realizzazione e la costruzione di una piccola centrale idroelettrica. Sul fronte del risparmio energetico, invece, sono stati sostituiti nel territorio comunale 188 punti luce con moderne lampade a led, già funzionanti, e luci votive a risparmio energetico nei cimiteri. In tema di risparmi, basti considerare che la sostituzione delle nuove apparecchiature per la pubblica illuminazione, consentiranno al Comune di Valmozzola di risparmiante 67152 KW in un anno, 13 tonnellate equivalenti di petrolio, e 50 tonnellate di anidride carbonica in atmosfera. La potenza complessivamente risparmiata sarà pari al 62 per cento.
La sostituzione dei corpi illuminanti e la riqualificazione energetica destineranno nelle casse comunali circa 18mila euro all’anno. Le risorse generate dai risparmi energetici – pone l’accento il sindaco Claudio Alzapiedi - potranno essere utilizzate per realizzare progetti di pubblica utilità, ma anche per ridurre la pressione fiscale. Una volta a regime, infatti, il risparmio annuo sarà di circa 100mila euro, che costituisce circa il 10% del bilancio dell’amministrazione comunale di Valmozzola. «Il risparmio energetico e il rispetto dell’ambiente ha rappresentato un caposaldo del nostro programma amministrativo – rileva il primo cittadino Claudio Alzapiedi. Già nel precedente mandato avevamo lavorato su alcuni progetti, come il fotovoltaico e ora stiamo completando il piano di interventi con l’utilizzo di altre risorse rinnovabili. Per le casse comunali, la politica energetica ci permette di respirare una boccata d’ossigeno, con risparmi che si aggirano attorno ai 50mila euro l’anno. Abbiamo lavorato anche nel dettaglio: dalle luci votive alla sostituzione dei punti luce con lampade a led per generare un minor consumo energetico. Il completamento di questo progetto, basato sull’energia verde, conclude Alzapiedi, ci pone come Comune virtuoso e restituisce un biglietto da visita per l’intero territorio della Valmozzola.