Sei in Archivio

PARIGI

Migranti: Macron a Calais, 'giungla non si ripeterà'

Sul posto ancora 600 migranti 15 mesi dopo lo sgombero del campo

16 gennaio 2018, 14:50

(ANSA) - PARIGI, 16 GEN - "In nessun caso lasceremo che una 'Giungla' possa riformarsi": lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, rivolgendosi alle forze di sicurezza a Calais, città simbolo della crisi migratoria nel nord della Francia, dove, dopo 15 mesi dallo sgombero del campo irregolare di migranti, i problemi restano con la presenza di oltre 600 esiliati ancora sul posto e la speranza di raggiungere la Gran Bretagna. La missione di Macron punta anche a sedare le crescenti polemiche rispetto alla futura legge su asilo e immigrazione allo studio del governo di Parigi. Intanto, il Premio Nobel per la letteratura, Jean-Marie Gustave Le Clézio, denuncia la distinzione tra migranti economici e rifugiati in fuga dalla guerra tuonando contro una "insopportabile negazione di umanità".

© RIPRODUZIONE RISERVATA