Sei in Archivio

MILANO

Dj Fabo: pm, assolvere Cappato, fatto non sussiste

'Altrimenti atti a Consulta per illegittimità norma'

17 gennaio 2018, 14:50

(ANSA) - MILANO, 17 GEN - La procura di Milano ha chiesto l'assoluzione di Marco Cappato "perché il fatto non sussiste". Il radicale è imputato a Milano per aiuto al suicidio in relazione alla vicenda di Dj Fabo. Il pm Tiziana Siciliano insieme alla collega Sara Arduini hanno chiesto in subordine alla corte d'assise di eccepire l'illegittimità costituzionale dell'articolo 580 del codice penale, quello sull'aiuto al suicidio. "Marco Cappato non ha avuto alcun ruolo nella fase esecutiva del suicidio assistito di Fabiano Antoniani e non ha nemmeno rafforzato la sua volontà di morire" ha sostenuto in aula il pm Sara Arduini, che ha ripetuto più volte come fosse "forte e granitica la volontà di Fabiano di morire". I pm originariamente avevano chiesto l'archiviazione della indagine a carico di Cappato ma poi il gip Luigi Gargiulo aveva imposto l'imputazione coatta e l'esercizio dell'azione penale sostenendo che Cappato andasse accusato di aiuto al suicidio per avere addirittura rafforzato la volontà di togliersi la vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA