Sei in Archivio

5 stelle

Parlamentarie: i nomi dei 28 parmigiani in corsa. E le esclusioni che fanno discutere

17 gennaio 2018, 10:37

Parlamentarie: i nomi dei 28 parmigiani in corsa. E le esclusioni che fanno discutere

Si chiuderanno alle 21 di stasera (salvo lunghe code virtuali che creino difficoltà ad accedere al sito, nel qual caso la proroga è per le 14 di domani, giovedì) le "parlamentarie" del Movimento 5 stelle. E sono 28 i parmigiani votabili online sulla piattaforma Rousseau. 

Si tratta di Laura Greco, 55 anni, commerciante, residente a Calestano, Alessandro Guardamagna, 48 anni, insegnante, Paolo Pizzocheri, 48 anni, agricoltore, entrambi di Collecchio, del colornese Simone Guernelli, 41 anni, impiegato, di Alberto Carra, 64 anni, pensionato residente a Felino, dei fidentini Marco Pastorelli, 42 anni, impiegato, e Mino Gnisci, 54 anni, operaio, di Matias Eduardo Diaz Crescitelli, ricercatore di 31 anni, di Fontevivo, di Paolo Brugnoli, borgotarese 37enne, funzionario di banca a Parma e residente a Medesano, dei mezzanesi Alexis Mancini, 65 anni, operaio, e Paride Mora, 60 anni, insegnante, dei nocetani Arduino Angelotti, 56 anni, libero professionista, e Francesco Martucci, 35 anni, insegnante.

Residenti a Parma Angelo Nonne, 43 anni, libero professionista, Dario Di Marcoberardino, 55 anni, dipendente pubblico, Diego Giliotti, 42 anni, Diego Rossi, 55 anni, medico, Giuseppe Distante, 46 anni, impiegato, Pasquale Mauro Nuzzo, 54 anni, dipendente pubblico ed ex consigliere comunale "dissidente" da Pizzarotti, Roberto Oliver Zubani, 40 anni, dipendente pubblico, Stefania Piccinini, 55 anni, libera professionista, Alessio Sani, 30 anni, libero professionista, Gabriele Buonasperanza, 37 anni, impiegato, e Armando Carrozzo, 34 anni, dipendente pubblico.

Ancora: Flora Annunziata, pensionata di 64 anni, e Pier Luigi Ruina, 58 anni, agricoltore, entrambi di Salsomaggiore, Giuseppe Cannito, 62 anni, imprenditore, e Luca Mori, 60 anni, libero professionista, entrambi residenti a Sorbolo. 

Esclusi last minute due di coloro che avevano annunciato la autocandidatura: il consigliere comunale Andrea D'alessandro, che al momento del divorzio tra Grillo e Pizzarotti era rimasto nel Movimento ma spesso votato con la maggioranza di Effetto Parma,  e Cinzia Ferraroni, referente di Parma 5 Stelle, che nel passato era stata tesserata Pd (senza però mai essere candidata col partito). 

Risulterebbero esclusi anche Barbara Miele, una delle voci contro Pizzarotti che sarebbe stata "punita" per la partecipazione a iniziative firmate Casapound sulla sicurezza dei mesi scorsi, e Graziano Frigeri. Le voci parlano di esclusione in quanto padre del portavoce del sindaco Pizzarotti. "Voglio sperare che sia una bufala, perché se così non fosse sarebbe una cosa veramente squallida. Resta il fatto che al momento a me, come agli altri, nessuna motivazione è stata data.", ha scritto lui.

Tornando alle parlamentarie, ogni iscritto potrà esprimere tre preferenze per i candidati nel proprio collegio plurinominale alla Camera e tre preferenze per quelli nel proprio collegio plurinominale al Senato. Possono partecipare alle votazioni tutti gli iscritti alla nuova Associazione MoVimento 5 Stelle con documento certificato.