Sei in Archivio

primopiano

Tajani, al posto di Moscovici sarei stato più prudente

18 gennaio 2018, 12:00

Tajani, al posto di Moscovici sarei stato più prudente
STRASBURGO - "Certamente in Europa c'è preoccupazione per la stabilità di tutti i Paesi. L'Italia sta andando alle elezioni e tutti vogliono che sia stabile, mi auguro che accada, e se un commissario interviene in campagna elettorale c'è agitazione. Se fossi stato Moscovici, sarei stato più prudente nell'esprimermi sulla campagna elettorale in corso, anche perché poi si rischia di ottenere l'effetto opposto che si vuole ottenere". Così il presidente dell'europarlamento Antonio Tajani in conferenza stampa.   "Il 3% non è un dogma di fede se si riesce a sforare il tetto del 3%, cosa che la Francia ha già fatto, lo si deve fare non per incrementare il debito pubblico, ma la flessibilità e la possibilità di sforare il tetto deve essere utilizzata per la crescita, per investimenti in infrastrutture, investimenti per il lavoro", ha detto Tajani. "Insomma - ha aggiunto - deve esserci un obiettivo, non deve essere una scusa per continuare ad avere una finanzia allegra, deve essere utilizzato per fare l'esatto contrario".     Il presidente dell'eurocamera ha poi annunciato che il presidente francese Emmanuel Macron andrà a Strasburgo il prossimo 17 aprile. A febbraio (dal 5 all'8) invece ci sarà il premier croato Andrej Plenkovic e a marzo (dal 12 al 15) quello portoghese Antonio Luis Santos Da Costa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA