Sei in Archivio

AMBIENTE

Cinque nuove «ecostazioni» nel centro storico

21 gennaio 2018, 12:45

Cinque nuove «ecostazioni» nel centro storico

Cinque nuove ecostation verranno posizionate in altrettante vie del centro storico per rendere più semplice per i residenti seguire correttamente le regole di una buona raccolta differenziata.
A tal proposito, verrà rimessa in funzione anche l’isola ecologica interrata presente in piazzale Bertozzi.
Ad annunciarlo è stata Tiziana Benassi, assessore all’Ambiente, nel corso della commissione consiliare Ambiente convocata nei giorni scorsi in municipio per fare il punto sulle ultime novità in tema di raccolta dei rifiuti. «Come amministrazione vogliamo gestire questa tematica seguendo il principio della flessibilità, della comunicazione e del controllo», afferma Benassi, per poi ricordare che le cinque ecostation, più quella interrata, renderanno il sistema di raccolta più flessibile.
Ieri è stato installato il primo modulo in piazzale Paer, di fianco al Teatro Regio. Sarà seguito da quelli posizionati in via Verdi, borgo Felino, piazzale San Lorenzo e via Antelami, dove sarà possibile gettare l’indifferenziato e la plastica.
«Tutte queste ecostation – puntualizza - saranno pronte entro metà febbraio, mentre l’impianto interrato in piazzale Bertozzi ritornerà in funzione in primavera». Essendo in centro storico, le ecostation sono state realizzate con accorgimenti che le dovrebbero rendere adatte al contesto urbanistico circostante.
«Saranno ricoperte con immagini raffiguranti luoghi di Parma e della provincia, mentre vicino alle bocchette per il conferimento dei rifiuti ci sarà la mappa della città. Sulla mappa, dei QRcode identificheranno i luoghi di maggiore interesse», aggiunge l’assessore, dopo aver ricordato che l’estetica delle ecostation è stata concordata con la Soprintendenza.
«Su ogni ecostation – termina – saranno installate un paio di telecamere che serviranno ad evitare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti oltre che a migliorare i livelli di sicurezza».P.Dall.