Sei in Archivio

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

21 gennaio 2018, 13:19

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

Quel gesto, gettare via il cellulare, ha fatto insospettire i carabinieri che lo avevano appena bloccato dopo un inseguimento. Pensavano fosse stato rubato e così hanno deciso di guardare contatti e archivio immagini per risalire al proprietario. E qui l'amara sorpresa: tra i video, uno che conteneva inequivocabili immagini pedopornografiche. 

E' accaduto nella giornata di ieri: i carabinieri della stazione di Parma centro, nell’ambito di un ordinario servizio anti-spaccio, hanno deciso di fermare un nigeriano 35enne senza fissa dimora che stava camminando in via Palermo, all'angolo con via Trento.

L’uomo, accortosi di essere stato individuato per un controllo, ha accelerato, convincendo i militari della necessità di bloccarlo: cosa avvenuta - non senza la violenta reazione del 35enne - dopo un tentativo di fuga durato fino a via Rastelli. Nelle fasi concitate del suo fermo, l'uomo ha provato a disfarsi di un telefono cellulare gettandolo a terra. Una volta recuperato, i carabinieri hanno scoperto il video disgustoso, con inequivocabili immagini pedopornografiche, inviatogli attraverso Whatsapp da un connazionale molto più giovane, un 20enne residente a Parma, richiedente asilo, che è stato denunciato  per cessione e detenzione di video pedopornografici. Il 35enne è stato invece arrestato per resistenza e detenzione di materiale pornografico minorile ed è in attesa rito per direttissima. I cellulari sono stati sequestrati per consentire ora di comprendere da dove arrivino e chi abbia realizzato quelle immagini.