Sei in Archivio

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

Riaperta la strada: Livigno non è più isolata

22 gennaio 2018, 11:35

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

Neve, ghiaccio e vento hanno provocato una serie di incidenti in montagna e non solo, con alcune vittime e diversi feriti, tra sciatori ed escursionisti. Centinaia di turisti sono bloccati in Val Senales perché la strada d’accesso è stata chiusa per pericolo valanghe. 

RIAPERTA LA STRADA: LIVIGNO NON E' PIU' ISOLATA. E’ stata revocata stamattina, poco dopo le 6, l’ordinanza di chiusura della statale 301 del Foscagno, nel tratto del Comune di Valdidentro (Sondrio), che da ieri sera alle 21 aveva di fatto isolato il paese di Livigno (Sondrio) per il rischio di caduta valanghe. Ora il paese turistico dell’alta Valtellina non è più isolato. Ieri il provvedimento era stato assunto dopo le forti nevicate: in poche ore, nella zona, era caduto oltre un metro di neve. Ieri era stato effettuato un rientro anticipato di alcune centinaia di sciatori fatti scendere a valle in sicurezza, prima che scattasse il provvedimento di chiusura. Al momento, invece, resta interrotto il collegamento con la Svizzera attraverso il valico del Gallo. Non è, tuttavia, escluso che stasera torni a essere chiuso - per ragioni precauzionali - il passo del Foscagno, via di collegamento con la Valtellina e il resto della Lombardia. 

SITUAZIONE CRITICA IN ALTO ADIGE. La situazione valanghe resta critica in Alto Adige, soprattutto in val Venosta. Nelle scorse ore ha ripreso a nevicare, soprattutto nel nord della provincia. Le corsie, anche dell’autostrada del Brennero tra Bressanone e il valico, sono parzialmente innevate. Lungo la cresta di confine, dove il pericolo valanghe attualmente è forte (grado 4 di 50) sono attesi altri 30-40 centimetri di neve.
La strada statale per passo Resia è chiusa a San Valentino per pericolo valanghe, mentre da Silandro in direzione confine di stato c'è obbligo di catene per mezzi pesanti. Da Ciardes in poi il traffico è rallentamento per veicoli rimasti bloccati. Resta, per il momento, bloccata la val Senales, dove sono bloccati centinaia di turisti. Sono chiuse anche alcune strade provinciali in val Venosta e val Pusteria.