Sei in Archivio

emiliaromagna

Balneari: studio Pe, 'Ddl spiagge' non perfetto ma buon inizio

23 gennaio 2018, 21:10

Balneari: studio Pe, 'Ddl spiagge' non perfetto ma buon inizio
BRUXELLES - Il "Ddl spiagge" fermo in Senato, che recepisce le linee della Direttiva Bolkestein del 2006, "può essere perfezionato ma è un buon testo di partenza. Si tratta di uno dei pochi casi in cui la dottrina è abbastanza d'accordo con il legislatore". È l'analisi fatta al Parlamento europeo da Cristiana Benetazzo, professoressa dell'Università di Padova, autrice insieme a Sara Gobbato, avvocato di Treviso e dottore di ricerca in diritto Ue, di uno studio sulle concessioni balneari in Italia.   La ricerca commissionata dall'Eurocamera individua alcune linee guida per il futuro, come l'introduzione di una "programmazione generale in grado di coordinare le diverse normative su spazi marini e costieri", e un allineamento degli Stati Ue sulla durata delle concessioni. Fra le esperienze virtuose nella salvaguardia dell'ambiente sono citate le normative di Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Campania e Veneto. Da quest'ultima proviene poi il caso di Bibione, frazione di San Michele al Tagliamento, "particolarmente innovativo" in quanto il paese è stato "tra i primi in Italia ad aver applicato il sistema della gara pubblica per l'assegnazione della concessione di spiaggia".  

© RIPRODUZIONE RISERVATA