Sei in Archivio

Il caso

L'assessora mette il «like» alla divisa nazista: è polemica

28 gennaio 2018, 06:02

L'assessora mette il «like» alla divisa nazista: è polemica

Paolo Panni

Un like a una divisa nazista, dato dall’assessora comunale Sabrina Fedeli proprio nell'occasione nella Giornata della memoria, e a Polesine Zibello, ma soprattutto sui social, esplode il caso.

Un fulmine a ciel sereno arrivato ieri mattina, sabato 27 gennaio, dopo che un giovane ha pubblicato su Facebook, sul proprio profilo, un fotomontaggio che lo vedeva ritratto con una divisa nazista. Tra i vari like alla foto, non è passato inosservato uno dei primi, quello di Sabrina Fedeli appunto, da anni impegnata in campo amministrativo, prima come assessora e successivamente sindaca dell’ex Comune di Polesine e, attualmente, come assessora del Comune di Polesine Zibello.

Il post è stato presto rimosso da chi lo aveva pubblicato, ma nel frattempo qualcuno aveva già prodotto lo screenshot in cui compare il like «incriminato», pubblicandolo tra l’altro sulla pagina «Comitato Polesine Zibello» dove, tra le altre cose, è stato scritto: «già sindaco di Polesine Parmense da anni eletta nella lista Censi, quella designata dalla giunta alla promozione della Cultura, apprezza una foto di quel genere? Tra l’altro in un giorno che rappresenta il dolore di milioni di vite spezzate».

Secondo l’ex sindaca Manuela Amadei, oggi consigliere di opposizione «l’accaduto è di una gravità assoluta, ancora più incredibile dato che in queste ore si celebra il giorno della Memoria per commemorare le vittime dell’olocausto. Invece l’assessora della giunta Censi, ex sindaca, mette un like su una foto che ritrae una divisa nazista. Siamo senza parole, addolorati e ci stringiamo alla comunità ebraica».

La diretta interessata, Sabrina Fedeli, ha motivato l’accaduto evidenziando che «dal momento che non esiste il tasto “non mi piace” il mio like voleva semplicemente significare che avevo visto quella immagine, ritenendola una “carnevalata”, non certo una cosa seria. Un like può anche essere un segno di disappunto, e in questo caso lo era. Ritengo si viva un po’ troppo sui social. Tutti conoscono la mia storia politica e personale. Oltretutto proprio in questi giorni, come tutti sanno, sono stata direttamente impegnata nell’organizzazione di tre giornate di eventi promossi per la Giornata della memoria e devo dire che mi è dispiaciuto notare la completa assenza sia dei consiglieri di minoranza che del comitato».

Per fa Fedeli, quello in questione, è stato anche «un chiaro attacco politico».

Sulla vicenda è intervenuto poi anche il sindaco, Andrea Censi, che ha definito «vergognosa la totale assenza dei consiglieri di minoranza alla tre giorni di appuntamenti che abbiamo organizzato. Del resto non si sono nemmeno visti in giro per il paese e Manuela Amadei, in dieci anni da sindaco, non ha mai organizzato nulla in occasione della Giornata della memoria. Per fortuna dei cittadini e della comunità ebraica – ha concluso il sindaco Censi – gli amministratori di Polesine Zibello siamo noi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal