Sei in Archivio

ELEZIONI

Polemica in Emilia-Romagna: "Pochissime donne nelle liste del Pd"

28 gennaio 2018, 17:32

Polemica in Emilia-Romagna:

Candidature per le politiche, la coordinatrice della Conferenza Donne Pd Emilia-Romagna, Lucia Bongarzone, attacca: nelle liste "dem" in regione le donne sono troppo poche. «Dopo una giornata di attesa, passata senza ottenere la possibilità di un confronto, alle 2 del mattino di domenica, da una donna della Conferenza, mi sono arrivate le candidature definitive - dice la Bongarzone -. Allora mi sono arresa. Mi sono arresa al fatto che il Pd, in Emilia-Romagna, candiderà, all’uninominale alla Camera, appena 4 donne su 17 collegi, di cui solo 2 emiliano-romagnole e solo 1 in un collegio sicuro. Mi sono arresa al fatto che su 49 candidati 19 sono donne (il 38.77%) e di queste solo 13 sono espressione dei territori di cui, la metà, in posizioni traballanti se non addirittura ineleggibili». 

Bongarzone ha ricordato come la Conferenza delle Donne avesse chiesto «e ci era stato assicurato, come Pd Emilia-Romagna, che mai saremmo scesi sotto la proporzione fissata dalla legge in 40 e 60». Quanto alla tempistica della critica «mi si chiami pure irresponsabile ma non sarei onesta nel dire che sono soddisfatta di come sono state considerate le donne in Emilia-Romagna, non sarei onesta nel sostenere che il Pd abbia espresso la squadra migliore possibile».