Sei in Archivio

news

Ema: Olanda, edificio temporaneo era in nostra offerta

01 febbraio 2018, 17:10

Ema: Olanda, edificio temporaneo era in nostra offerta
BRUXELLES, 31 GEN - "L'Olanda è stata scelta come nuova sede dell'Ema in modo giusto e onesto, basato su una procedura concordata da tutti gli Stati membri. Qualsiasi passo facciamo nel progetto di ricollocazione è in stretto contatto con l'Agenzia. Un edificio temporaneo è sempre stato parte della nostra offerta". Così il ministro della Salute olandese Bruno Bruins, dopo i due ricorsi presentato da Italia e da Comune di Milano per impugnare la decisione sulla sede dell'Ema. "L'edificio" temporaneo "che abbiamo selezionato è completamente funzionale agli spazi di uffici richiesti e nella stessa location si trova il centro conferenze. E oltre a questo, stiamo costruendo un nuovo palazzo, specialmente disegnato per rispondere ai requisiti dell'Ema per i decenni a venire", aggiunge il ministro. "Accolgo con favore chiunque voglia venire ad Amsterdam per vedere tutto ciò che stiamo facendo per assicurare un'ordinata transizione dell'Ema". Così il ministro della Salute olandese Bruno Bruins, dopo i due ricorsi presentato da Italia e da Comune di Milano per impugnare la decisione sulla sede dell'Ema. "Siamo in stretto contatto col Parlamento europeo per un sopralluogo agli edifici" destinati ad ospitare l'Ema. Così fonti diplomatiche olandesi a Bruxelles, all'ANSA. "Saremo onorati di ricevere una visita - spiegano - e siamo impazienti di condividere i nostri piani e progressi. Assicurare che la ricollocazione dell'Ema vada secondo i piani è una responsabilità condivisa da tutti, per garantire che possa continuare il suo importante compito senza alcuna interruzione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA