Sei in Archivio

CARABINIERI

Botte e minacce di morte alla moglie davanti ai bambini in lacrime: arrestato 37enne a Gattatico

"Ti uccido anche se mi denunci", ha urlato l'uomo alla moglie all'arrivo dei carabinieri

12 febbraio 2018, 12:18

Botte e minacce di morte alla moglie davanti ai bambini in lacrime: arrestato 37enne a Gattatico

“Anche se mi denunci e mi mandi in carcere quando esco ti uccido”. I carabinieri erano già arrivati quando un 37enne di Gattatico ieri ha minacciato la moglie in questo modo, dopo averla picchiata. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri di Gattatico con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minacce.

Violenze gratuite sulla moglie, finita in ospedale dopo un brutale pestaggio avvenuto davanti ai bambini in lacrime. E’ accaduto ieri sera in un'abitazione, dove sono intervenuti i carabinieri dopo una segnalazione di lite in famiglia. Non si trattava di una "classica" lite ma di un episodio grave, scatenato da futili motivi: lei ha detto al marito che in camera c'era una stufa elettrica, lui non le credeva e ha iniziato a schiaffeggiarla. Poi le ha stretto le mani al collo con forza, rischiando di soffocarla. La moglie è riuscita a far cadere uno specchio, in modo da prendere tempo e fuggire con i bambini dalla sua vicina. E' lì che i carabinieri l'hanno trovata, con il volto tumefatto (i medici le hanno diagnosticato 6 giorni di prognosi). 

Sembra che quello di ieri non sia l’unico caso di violenza in quella famiglia: di recente sono avvenuti almeno altri tre gravi episodi, che la donna non ha denunciato per paura che il marito la uccidesse.