Sei in Archivio

Carabinieri

Viale Piacenza, 16enne voleva vendere hashish ad altri studenti: bloccato

E i residenti dell'Oltretorrente fanno trovare altre dosi nelle siepi

11 marzo 2018, 13:42

Nell’ambito dei controlli che i carabinieri della Compagnia di Parma effettuano nei pressi degli istituti scolastici per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, l’altra mattina poco dopo le otto i militari su una gazzella, nel transitare in viale Piacenza, all’altezza di un istituto tecnico, hanno notato un giovane che si avvicinava con piglio deciso ad un gruppo di ragazzi come se volesse proporgli qualcosa. Ma che, alla vista dell’auto di servizio, si è bloccato e ha cercato di nascondersi addosso qualcosa. 

I carabinieri l'hanno fermato e lui - 16enne residente in provincia -  alla domanda su cosa nascondesse ha spontaneamente consegnato un involucro in cellophane trasparente contenente 4,40 grammi  di hashish. Gli uomini dell'Arma l'hanno accompagnato in caserma e in una tasca interna dello zaino gli hanno scovato un bilancino di precisione. Per il minorenne è scattata la segnalazione alla Procura Minorile di Bologna per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, ed è arrivato anche il forte rimprovero di uno dei genitori, arrivato a prenderlo in caserma.


Nella stessa giornata, alcuni residenti del quartiere Oltretorrente, impegnati ormai da tempo insieme alle forze dell’ordine a contrastare la presenza dei pusher in viale dei Mille, hanno segnalato ai carabinieri nei pressi di una siepe alcuni involucri in plastica termosaldati contenenti presumibilmente droga. Si trattava di 7 involucri in plastica nera termosaldata di marijuana dal peso complessivo di 35,87 grammi: un bel danno economico per il proprietario della sostanza illegale considerato che venduta al dettaglio potrebbe aver avuto un valore superiore ai 500 euro.

Infine sono stati segnalati alla prefettura tre persone (un 17enne italiano e due nigeriani 37enne e 33enne) perché scoperti mentre fumavano sostanza stupefacente.