Sei in Archivio

MOTORI

Panda Raid 2018: l'inarrestabile Fiat Panda conquista il deserto

14 marzo 2018, 19:40

3.000 chilometri, sette tappe e 400 equipaggi da tutto il mondo: sono i numeri della 10ª edizione del Panda Raid, la gara di regolarità riservata alle Panda storiche. Da Madrid al Lago Mohamed V, per poi affrontare piste e zone sabbiose, scorci di deserto e paesaggi dall'orizzonte sterminato, fino ad arrivare nella leggendaria Marrakech.

Diventato ormai un appuntamento classico nell'ambito dei Rally Raid - categoria cui appartiene la mitica Dakar - pur con il suo spirito amatoriale, il "Panda Raid" è giunto alla sua decima edizione e ha visto la partecipazione record di 400 Panda storiche provenienti dai quattro angoli della Terra: dall'Argentina alla Cambogia, dalla Pennsylvania all'Italia.

La Panda superato complessivamente i 7,5 milioni di esemplari prodotti dal 1980 e tuttora continua a stupire per le sue doti di robustezza, caratteristiche dinamiche e praticità. E al fianco delle 400 Panda storiche in gara vi era una nuova Fiat Panda Cross 4x4 che ha coperto l'intero percorso: un simbolico passaggio di testimone tra passato e presente.

Panda è stata la prima city-car a trazione integrale (1983), la prima vettura del suo segmento a fregiarsi del titolo di "Car of the Year" (2004) e la prima city-car a raggiungere i 5.200 metri del campo base avanzato delle spedizioni sull'Everest. Nel 2006 la Panda è la prima city-car con alimentazione a metano prodotta su larga scala.