Sei in Archivio

LUTTO

Borgotaro piange Alessio, morto a soli 40 anni

15 marzo 2018, 06:00

FRANCO BRUGNOLI

BORGOTARO Grande cordoglio a Borgotaro, per la morte, a soli quarant’anni, di Alessio Ostacchini, colpito, da qualche mese, da grave malattia. Era un ragazzo esemplare e padre di Alessandro, un bimbo di soli 5 anni. Figlio di borgotaresi di Valdena, era nato in Lombardìa, a Rho, ove i suoi familiari si erano trasferiti per lavoro. Ma appena è stato maggiorenne, ha fatto ritorno al «Borgo», insieme ai suoi. Era entrato in un’azienda di costruzioni meccaniche: «Era stato assunto 21 anni fa, da mio padre Egidio - ha spiegato Roberto Guazzi, il suo datore di lavoro, co-titolare della «F.lli Guazzi Snc» - nella nostra sede storica di Borgotaro, in via Alcide De Gasperi. Poi l’abbiamo trasferito nel nostro opificio di Albareto. Lui era un validissimo «laserista», ovvero un tecnico specializzato nell’uso dei laser, attività di cui era coordinatore, oltre che capo-officina. Era un ragazzo allegro, gioioso, molto attaccato alla sua famiglia ed al lavoro, amava la vita, lo sport ed il sano divertimento. Conduceva una vita estremamente regolare. Per noi, era un dipendente affidabile, molto onesto, capace e professionalmente preparato». Era un grande appassionato di sport ed in particolare di calcio; tifava, da sempre, per la Juventus. Possedeva un ricco corredo di giubbotti, sciarpe ecc., tutte con i simboli della mitica compagine bianconera. Ma Alessio amava molto fare «jogging» per perseguire un certo benessere fisico. In questa attività, era molto spesso in compagnia del primario del Reparto di Radiologia dell’Ospedale di Borgotaro, Carlo Fortunati, che ieri l’ha ricordato così: «Alessio era un bravissimo ragazzo, sempre sorridente e positivo; avrebbe compiuto 41 anni ad agosto. Era dotato di uno straordinario ottimismo, - ha spiegato il primario - anche quando ha capito che la malattia, che l’aveva colpito, era una cosa seria. Amava molto stare in compagnia con gli amici, era allegro e riusciva ad animare gli incontri. La sua scomparsa ha procurato, in tutti noi, un grandissimo dolore». Alessio, che viveva a Borgotaro con la moglie, Roberta Sena, che al supermercato «Conad Avalli». ed il figlioletto, nel quartiere di San Rocco, essendo anche figlio unico, appena poteva, raggiungeva i suoi familiari (la mamma Nadia ed il papà Romeo), che abitano a Valdena, una frazione a circa otto chilometri dal centro di Borgotaro. Ed è proprio qui che è morto, a Valdena, a casa dei genitori. I funerali avranno luogo oggi pomeriggio, nella chiesa di Sant’Antonino Martire in Borgotaro. Il corteo funebre partirà, in auto, da Valdena (località «Galla»), alle 14, mentre la cerimonia funebre inizierà alle 14,30. Al termine della celebrazione, la salma proseguirà per il Tempio di Parma.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal