Sei in Archivio

sabato 17 marzo

Ragazza romana di origine egiziana uccisa in Gran Bretagna indaga la procura di Roma

Picchiata a morte da una baby gang al femminile

17 marzo 2018, 20:29

La Procura di Roma ha aperto una indagine in relazione alla morte di Mariam Moustafa, la diciottenne di origini egiziane nata e cresciuta a Roma nel quartiere litoraneo di Ostia, picchiata da una baby-gang di ragazzine inglesi nel centro di Nottingham e morta dopo tre settimane coma. Il fascicolo, nel quale si ipotizza il reato di omicidio, è stato affidato al sostituto procuratore Sergio Colaiocco.

DI MAIO SPINGE PER L’INTESA, ALLE CAMERE "FIGURE DI GARANZIA"

Il leader 5S Luigi Di Maio vuole uscire dallo stallo delle presidenze della Camere e annuncia "Tra stasera e domani sentirò per telefono i principali esponenti di tutti i futuri gruppi parlamentari" e spiega "ci interessa dare persone di garanzia alla presidenza delle due Camere". Poi precisa: "inaccettabili candidati, per qualsiasi carica istituzionale in ognuna delle due Camere, che siano condannati o sotto processo". Intanto la sinistra dem riflette sulla sconfitta mettendo sotto accusa Renzi. Orlando costretto a spiegare che non si riferiva all’ex segretario chiedendo di "ridimensionare l’ego" dopo il fuoco di fila delle proteste. Martina ribadisce che il ruolo del Pd sarà di opposizione ma non salirà sull'Aventino. 

GUERRA DI SPIE: MAY, VALUTIAMO PROSSIMI PASSI CON ALLEATI

 Theresa May valuta "i prossimi passi con i suoi alleati" per affrontare la disputa con la Russia sul caso Skripal. Perché, spiega, "Mosca ha palesemente violato la legge internazionale e la Convenzione sulle armi chimiche". Il Cremlino reagisce alle misure di Londra verso i suoi diplomatici espellendo altrettanti britannici. E chiude il British Council perché "Dà copertura a molti agenti dei servizi segreti britannici". Per il Foreign Office la reazione di Mosca non cambia la situazione: "La Russia è colpevole". Russia al voto domani si prepara ad una nuova vittoria di Putin. Quasi 100mila seggi in 11 fusi orari Urne aperte dalle 8 alle 20. Gli exit-poll alle 19 italiane.

IL MONITO DEL PAPA, "UN PAESE CHE LITIGA NON CRESCE"

Papa Francesco a Pietrelcina e San Giovanni Rotondo nei luoghi di Padre Pio nel centenario della comparsa delle stimmate permanenti e nel 50/mo anniversario della morte del santo. "Questo umile frate cappuccino ha stupito il mondo". Francesco auspica il Premio Nobel agli anziani, e ammonisce: "Un paese che litiga tutti i giorni non cresce. E’ un paese malato e triste". Poi si raccoglie in preghiera davanti al corpo del santo. Momenti toccanti durante la visita ai bimbi malati del reparto di oncoematologia pediatrica, e poi il richiamo ad aver cura di piccoli, anziani, malati, e dice no alla "cultura dello scarto".

ANCORA GUERRA TRUMP-FBI, SESSIONS SILURA EX NUMERO DUE MCCABE

Non si placa la guerra tra il presidente Donald Trump e l’Fbi. Il nuovo capitolo propone il licenziamento, deciso dal ministro della Gioustizia Jeff Sessions, dell’ex numero due dell’Fbi Andrew McCabe, accusato di aver diffuso informazioni ai media e non essere stato onesto. McCabe si difende : "Il presidente vuole indebolire indebolire le indagini del procuratore speciale Robert Mueller sul Russiagate". E infatti il legale personale del Presidente John Dowd, intervistato dal Daily Beast, evoca indirettamente la necessità di licenziare il procuratore speciale per il Russiagate, Robert Mueller. Ma la Casa Bianca precisa "Ha parlato a titolo personale".

A RISCHIO POVERTA' ANCHE CHI LAVORA, QUASI UNO SU OTTO

Cresce il lavoro precario e part time e aumenta il fenomeno dei "working poor", ovvero di coloro che pur avendo un’occupazione sono a rischio povertà. Secondo i dati Eurostat riferiti al 2016 l'11,7% degli occupati in Italia, quasi uno su 8, pari a circa 2,6 milioni di persone, è a rischio povertà. Cgil lancia l'allarme: negli ultimi 5 anni aumentati i part-time involontari e, negli ultimi due, le assunzioni a tempo determinato, portando l'area del disagio tra gli occupati a 4,5 milioni di persone.

UCCISO A BASTONATE DA TRE MINORI A NAPOLI, VOLEVANO L’ARMA

Tre minorenni, due di 16 anni e uno di 17, hanno confessato l'omicidio della guardia giurata Francesco Della Corte, 51 anni, aggredita a bastonate lo scorso 3 marzo mentre chiudeva la stazione della metropolitana di Piscinola, a Napoli, e morta due giorni fa in ospedale. Volevano rapinarlo della sua pistola, per poi venderla. Per i tre minori, incensurati, l’accusa di tentata rapina e omicidio doloso. Nessuno di loro frequenta la scuola.

MILANO-SANREMO, CAPOLAVORO NIBALI, DOPO 10 ANNI UN ITALIANO

Vincenzo Nibali ha vinto la 109/a edizione della Milano-Sanremo di ciclismo, la classicissima di primavera lunga 294 chilometri. Dal 2006 un italiano non vinceva una Milano-Sanremo, l’ultimo era stato Filippo Pozzato. Bianconeri in campo questa sera in casa della Spal. Higuain e soci possono incrementare il vantaggio. Obiettivo +7 sul Napoli. Torino presenta la lettera di "interesse" per ospitare le Olimpiadi invernali 2026.