Sei in Archivio

TECNOLOGIA

Connessi e sicuri: Bosch, innovazione a 360 gradi

18 marzo 2018, 19:39

Nuovi modelli? Certo. Ma a a Ginevra si può scoprire anche cosa c'è sotto la «pelle»: tecnologia, software, innovazione tecnologica. In questo Bosch è da sempre all'avanguardia. Il ventaglio di proposte del colosso tedesco a Ginevra è ampio. Si va dai nuovi servizi connessi per la mobilità alle soluzioni per auto e scooter elettrici, ma anche qualità dell’aria urbana, sicurezza e guida semiautonoma.
In particolare evidenza c’è eAxle, un evoluto sistema «tutto in uno», pensato per aiutare i Costruttori a sviluppare nuove gamme di auto elettriche. Invece System!e - utilizzando la connessione Internet e il «Cloud» - si propone di risolvere il problema dell’ansia da autonomia delle batterie dei veicoli elettrici con un algoritmo che calcola la percorrenza massima tenendo conto di ogni variabile. Highway Assist è poi un vero e proprio copilota virtuale, destinato principalmente all’impiego autostradale: è al debutto sulla gamma Maserati 2018.
Per l’inquinamento in città Bosch propone varie ricette: solo per i motori diesel di domani ci sono 300 progetti. Ma sta lavorando anche sulle emissioni secondo i test di guida reali (RDE). E per il mercato europeo svilupperà solo motori dotati di filtro anti particolato.
Citiamo infine l’app sullo smartphone che sostituisce la chiave dell’auto (Perfectly Keyless) e la mappa digitale dei parcheggi liberi (Community-based parking) realizzata sfruttando le informazioni dagli altri veicoli.
A.T.