Sei in Archivio

MILANO

Modella rapita: Corte, imputato capace intendere e volere

No a richiesta pm. Sentenza 2/5, in aula forse anche Chloe

19 marzo 2018, 15:00

(ANSA) - MILANO, 19 MAR - Con la motivazione che "l'imputato è capace di intendere e di volere" i giudici della prima sezione della Corte d'Assise di Milano questa mattina hanno respinto la richiesta, avanzata dal pm Paolo Storari, di sottoporre a perizia psichiatrica Lucasz Herba, il polacco finito in carcere nel luglio scorso e imputato per il presunto rapimento della modella inglese Chloe Ayling. "Credo che tutte le sue rotelle non siano a posto - aveva detto il pm nella scorsa udienza al termine dell'esame dell'imputato - che non sia una tecnica difensiva, ma che lui abbia qualcosa che non va". L'uomo infatti, fornendo una nuova versione della vicenda, aveva sostenuto in modo confuso che la giovane accettò la sua proposta di un finto rapimento. La Corte ha anche rinunciato a sentire in aula il fratello e presunto 'complice' del 30enne, Michel Konrad Herba, arrestato in Inghilterra nell'agosto scorso, in quanto l'uomo ha fatto sapere che si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA