Sei in Archivio

alimentare

Taiwan apre al Prosciutto di Parma

19 marzo 2018, 16:36

Il Prosciutto di Parma può essere finalmente esportato anche a Taiwan che apre quindi ai prodotti a base di carne suina provenienti dall’Italia. A comunicarlo è stato il Bureau of Animal and Plant Health Inspection and Quarantine - BAPHIQ e il Ministero della Salute italiano che oggi ne ha confermato l’ufficialità rendendo noti i certificati sanitari necessari per avviare concretamente le esportazioni.

Il Taiwan Food and Drug Administration - TFDA ha inoltre notificato l’elenco dei produttori di Prosciutto di Parma, ad oggi circa 40, che avevano manifestato interesse a esportare verso questo Paese e che oggi risultano quindi abilitati.

Siamo molto soddisfatti di questo risultato – ha dichiarato Vittorio Capanna, presidente del Consorzio. Abbiamo collaborato attivamente con le Autorità taiwanesi che hanno effettuato diverse visite ispettive in Italia coinvolgendo direttamente il Consorzio e i nostri produttori al fine di esaminare i sistemi di gestione della sicurezza alimentare del prodotto. I nostri produttori hanno brillantemente superato tali verifiche grazie alla particolarità del processo produttivo del Prosciutto di Parma in grado di offrire elevate garanzie di carattere sanitario.

Taiwan rappresentava l’ultimo mercato asiatico dalle dimensioni interessanti ancora chiuso che va ad aggiungersi così alla già lunga lista degli oltre 90 Paesi in cui è attualmente esportato il Prosciutto di Parma.