Sei in Archivio

news

Migranti: Tajani, chi riceve fondi Ue mostri solidarietà

22 marzo 2018, 00:10

BRUXELLES - "La politica di coesione è stata fondamentale per l'Europa in passato, lo è oggi e lo sarà in futuro", "è il simbolo della solidarietà" all'interno dell'Unione. Tuttavia, questa solidarietà "non deve solo essere usata, deve manifestarsi anche nell'aiutare altri Paesi quando ne hanno bisogno, come Italia, Germania e Grecia sulla questione dei migranti". Così il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, intervenendo durante una trasmissione di Euronews dedicata ai 30 anni della politica di coesione.   "Noi italiani paghiamo molti soldi per i fondi di coesione in altri Paesi, e ora abbiamo bisogno di solidarietà sulla questione dei rifugiati. È inaccettabile usare soldi provenienti da Italia, Grecia, Germania, ed essere contro la solidarietà sui rifugiati", ha insistito Tajani. "La solidarietà dovrebbe essere mostrata nei due sensi", "è molto importante ricordare che se alcuni Paesi vogliono più soldi per la politica di coesione per costruire infrastrutture, questi devono anche mostrare solidarietà aiutando gli altri Paesi" ha fatto eco la commissaria Ue alla Politica regionale, Corina Cretu.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA