Sei in Archivio

PARMA

Il questore chiude un circolo privato in zona ex Salamini

Sospese quattro licenze dall'inizio dell'anno in seguito a controlli congiunti

22 marzo 2018, 11:59

Il questore di Parma ha chiuso un circolo privato in zona ex Salamini sospendendo la licenza per la somministrazione di bevande e alimenti per 15 giorni.
Dai controlli sono emerse diverse violazioni, fra cui la presenza di 60 persone senza tessera associativa. Sono state contestate al titolare del circolo violazioni di varia natura, anche sulla sicurezza delle persone e sull’ordine pubblico. E' stata accertata, all’interno del circolo, la presenza di circa 60 persone con diffusione di musica ad alto volume e somministrazione di bevande e alimenti anche a persone prive della tessera associativa. C'erano anche alcuni pregiudicati. Di fatto, quello che doveva essere un circolo privato era quindi stato trasformato, senza autorizzazione, in un locale aperto al pubblico. 

I vigili del fuoco hanno accertato violazioni alla normativa e ai criteri di prevenzione incendi: c'erano ad esempio numerose poltroncine non omologate alla reazione al fuoco, la segnaletica di sicurezza carente, mancanza di personale formato ai fini antincendio, uscite di sicurezza ostruite. 

Dall'inizio dell'anno il questore di Parma ha adottato quattro provvedimenti di sospensione delle licenze in seguito a una quindicina di controlli amministrativi congiunti (Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza, Vigilidel fuoco, Ispettorato del lavoro e Ausl). Due i denunciati: uno per mancanza della licenza del questore per la raccolta scommesse, l’altro per esercitare in un noto circolo privato di Parma l’attività di "buttafuori" senza avere la licenza e in assenza di un contratto. È stato contestato inoltre un illecito amministrativo a un imprenditore per aver dato ospitalità a clienti in una casa vacanze senza essere in regola con la normativa di settore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA