Archivio

studenti

Musica Aumentata: il Liceo Bertolucci ha vinto il bando di Miur e Unesco

24 marzo 2018, 16:29

L’Associazione Italiana Giovani per l’Unesco in collaborazione con il Miur porteranno a Parma, per l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, il progetto vincitore del bando nazionale Miur, "Musica Aumentata".

“Musica illustrata in realtà aumentata per le strade di Parma sarà realizzata dal Liceo Attilio Bertolucci nel centro storico della città: un illustratore, una app, le competenze musicali degli allievi del Liceo Musicale offriranno una nuova affascinante mappatura della città” hanno spiegato i rappresentanti dell’Associazione Giovani Unesco che coordineranno il progetto.

“Creatività ed innovazione sono le basi del contenuto del dossier Unesco, per il quale ci hanno riconosciuta di Città Creativa della Gastronomia. Il progetto di Musica Aumentata rientra pienamente in un’azione aperta a 360 gradi a progetti come questo che propongono qualcosa di diverso e di nuovo” ha sottolineato l’assessore al Progetto Unesco Cristiano Casa cui ha fatto seguito il Consigliere incaricato alla Partecipazione Giovanile Leonardo Spadi che ha espresso la soddisfazione per i risultati raggiunti e la piena collaborazione dell’Amministrazione a sostegno della sua realizzazione.

La vittoria del contest “Futuro Presente” ha reso concreto la possibilità per gli studenti del Liceo Bertolucci di ampliare la conoscenza delle attività condotte dall’Unesco, dei luoghi che tutela e dei principi che ispirano la sua attività, al fine di stimolarne una maggiore sensibilizzazione verso il patrimonio italiano. Futuro presente, bando nazionale finanziato dal Miur, ha premiato un solo progetto per ogni Regione italiana.

I progetti vincitori saranno presentati a Roma il prossimo 17 giugno e successivamente a Parma.

“Parma vedrà, grazie ad Unesco Giovani insieme e Museum Reloaded (www.museumreloaded.it), studenti alla scoperta della propria città grazie alle suggestioni date dai testi e dalle melodie delle canzoni contemporanee che la descrivono, si attraverseranno generi musicali underground, parole di interpreti e cantautori. Gli studenti attueranno una rielaborazione grafica della propria personale visione di un luogo descritto in una canzone, trasformando così gli spazi pubblici in scenari di un immaginario personale” hanno spiegato i rappresentanti di Museum Reloaded.

 “Grazie all’applicazione di realtà aumentata Aurasma, che permette di ampliare oggetti e luoghi reali con contenuti multimediali di diversa natura, gli studenti potranno sovrapporre le loro illustrazioni ai luoghi reali. Questo progetto si sposa perfettamente con la vocazione all’innovazione digitale e musicale propria del Bertolucci” ha infine aggiunto Maria Chiara Iemmola, che insieme ad altri insegnanti sosterrà l’attività della prima liceo che sarà impegnata nell’attività.

Al termine del progetto, sarà organizzata una passeggiata aperta a tutta la cittadinanza condotta dagli studenti nella quale i partecipanti potranno immergersi in un percorso tra reale e immaginato, illustrazioni e testi, suoni e melodie che raccontano in modo intimo e personale i luoghi selezionati. In questo modo l’educazione alle nuove tecnologie fornita agli studenti potrà unire l’espressione creativa a quella di valorizzazione della città e del patrimonio culturale materiale e immateriale in cui quotidianamente vivono e studiano.

Dell’Associazione Italiana Giovani per l’Unesco fanno parte oggi oltre trecento giovani tra i 20 e i 35 anni impegnati nella diffusione dei valori dell’Ente nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione, promuovendone progetti, valori e priorità nelle comunità locali, attraverso la ricerca della partecipazione attiva di giovani e della società civile in iniziative ed eventi di rilevanza nazionale. Costituitasi nel 2015, l’Associazione ha ottenuto il prestigioso riconoscimento da parte del Direttore Generale dell’Unesco per essere una delle migliori buone pratiche giovanili a livello mondiale, oggi è la più grande organizzazione giovanile italiana per l’Unesco.