Sei in Archivio

corniglio

Sci alpinismo e snowboard: emozioni al torneo Schiaffino

Lagdei-Monte Sterpara-Lago Santo: primi Andrea e Gianpaolo Milioli. Partecipanti anche da Reggio, Modena, Toscana e Liguria

di Beatrice Minozzi -

24 marzo 2018, 16:35

Una suggestiva nevicata e il bellissimo paesaggio imbiancato dell’Alta Val Parma hanno fatto da cornice alla trentottesima edizione del Trofeo Schiaffino, la gara a coppie di sci alpinismo e snowboard alpinismo organizzata dalla Scuola di scialpinismo Enrico Mutti e dalla sezione di Parma del Club Alpino Italiano con la collaborazione dei Rifugi Lagdei e Mariotti del Lago Santo, del Soccorso Alpino Monte Orsaro, che si è occupato dell’assistenza sul percorso, e di diversi sponsor.

Un’edizione, quella di quest’anno, che si doveva tenere la prima domenica di marzo e che ha rischiato di saltare a causa delle abbondanti nevicate, dopo due anni in cui la manifestazione era stata cancellata causa assenza di neve. Quest’anno, invece, ad accompagnare i partecipanti è stata una nevicata di altri tempi, che ha salutato la vittoria della coppia formata da Andrea e Gianpaolo Milioli, primi classificati davanti alla coppia Cristian Bondani e Nicola Zanoli e ai terzi classificati Gianmarco Guercetti e Simone Antiga.

Ottima prestazione anche per l’unica coppia femminile in gara, formata da Elisabetta Sparacio e Monica Trabucco e per gli snowboarder Daniele Furia e Simone Bovis.

Ventidue i partecipanti, divisi in 11 coppie provenienti da Parma, Reggio e Modena ma anche dal versante ligure toscano, che - sci o snowbaord ai piedi - si sono dati appuntamento a Lagdei per la prima e importantissima parte della competizione: un’esercitazione di ricerca di un dispositivo Artva.

Un’esercitazione importante anche ai fini della gara, che ha scandito i tempi di partenza dei concorrenti, partiti da Lagdei allo start del sindaco di Corniglio, Giuseppe Delsante, in direzione Monte Sterpara, a quota 1700 metri circa.

Dopo essere scesi nuovamente a Lagdei, i partecipanti hanno imboccato il sentiero «Maria Luigia», da dove sono partiti per l’ultima impegnativa salita alla volta del traguardo allestito al Lago Santo.

A tagliare per prima il traguardo la coppia «padre figlio» formata da Gianpaolo e Andrea Milioli, che è stata premiata nel pomeriggio, dopo un lauto pranzo al Rifugio Mariotti, alla presenza del presidente Cai Parma Gianluca Giovanardi, del vicepresidente Roberto Zanzucchi e del sindaco Delsante, che hanno dato appuntamento a tutti per la trentanovesima edizione del Trofeo che - sperando in un altro inverno generoso dal punto di vista della neve e delle temperature rigide - si terrà a inizio marzo 2019.