Sei in Archivio

WASHINGTON

Sul palco nipotina di Martin Luther King

Yolanda, 9 anni, 'Ho un sogno: un mondo libero dalle armi'

24 marzo 2018, 22:50

(ANSA) - WASHINGTON, 24 MAR - A sorpresa sul palco della 'Marcia per le nostre vite' a Washington sale una bimba di nove anni, un cespuglio di capelli neri, la voce squillante e un sorriso trascinante, per scandire davanti al mare di folla: "Quando e' troppo e' troppo!". E' Yolanda Renee King, la maggiore dei nipoti di Martin Luther King Jr., il padre del movimento per i diritti civili assassinato a Memphis il 4 aprile 1968."Mio nonno aveva un sogno, che i suoi quattro bambini non venissero giudicati per il colore della loro pelle, ma per i tratti della loro personalità", ha esordito, conquistando già la folla, per poi lanciare il suo appello: "Io ho un sogno, che quando e troppo e' troppo! E che questo sia un mondo libero dalle ami, punto e basta!". Completamente rapito dalle parole di Yolanda il fiume di gente riversatosi lungo Pennsylvania Avenue, è esploso in applausi e urla. Una energia che la piccola di 9 anni ha saputo cogliere guidando i ragazzi in un coro all'unisono: "Lo avete sentito,saremo una grande generazione!".

© RIPRODUZIONE RISERVATA