Sei in Archivio

EMERGENZA

Esplosione in un serbatoio: due operai morti al porto di Livorno

28 marzo 2018, 16:17

Sono due gli operai morti nell’esplosione del serbatoio nel porto industriale di Livorno e un altro operaio sarebbe in gravi condizioni. Ma i feriti potrebbero essere di più. L’incidente è avvenuto, poco prima delle 14.00, all’interno del deposito Costiero Neri, all’accosto 29 del porto. Secondo una prima ricostruzione gli operai stavano effettuando lavori di manutenzione e il serbatoio era stato svuotato.  Sul posto sono già arrivate le prime squadre dei vigili del fuoco e le ambulanze. La zona nel deposito di oli combustibili è stata completamente evacuata. 

I due operai, dipendenti della Labromare di Livorno, morti nell’esplosione di un serbatoio che aveva contenuto acetato di etile, secondo una prima ricostruzione stavano lavorando all’esterno. Uno dei due operai era più esperto, l’altro più giovane. Al momento al 118 non risultano altre persone ferite, contrariamente a quanto scritto in precedenza.
Il grosso deposito, il numero 62, nell’esplosione si è piegato appoggiandosi a un altro serbatoio vicino. I vigili del fuoco stanno cercando di verificare se vi siano ancora criticità in seguito a questo.

La violenza dell’esplosione del serbatoio 62  ha prodotto un forte spostamento d’aria che oltre ai due operai morti ha investito anche altri lavoratori che erano nella zona. Secondo quanto spiegato dal 118 nessuno di loro ha dovuto far ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso ma alcuni sono stati medicati per contusioni o leggere ferite dai sanitari arrivati nella zona con le ambulanze.