Sei in Archivio

ISTANBUL

Trovato il corpo del cremonese scomparso in Turchia

Aveva il cranio fracassato. Sarà fatto il test del dna

29 marzo 2018, 16:05

E’ stato trovato il cadavere di Alessandro Fiori, manager 33enne di Soncino (Cremona), che risultava scomparso in Turchia il 12 marzo. Lo afferma Chi l’ha visto, secondo cui il corpo è stato ritrovato a Sarayburnu, una zona di Istanbul, e riconosciuto dal padre. Sono in corso verifiche da parte delle autorità. 

AVEVA IL CRANIO FRACASSATO. Secondo l'agenzia Ansa, Fiori è stato trovato con il cranio fracassato nella zona del porto di Istanbul. L’uomo era partito per la Turchia il 12 marzo scorso dall’aeroporto della Malpensa. Dal 14 marzo la famiglia non aveva avuto più notizie e aveva lanciato l'allarme. Sono scattate le ricerche, anche da parte dei famigliari. Oggi il tragico epilogo. 

PREVISTO IL TEST DEL DNA. Il cadavere dell’uomo trovato dalla polizia turca a Istanbul è stato inviato all’Istituto di medicina forense locale per accertarne l’identità attraverso il test del Dna e chiarire le cause del decesso. Un campione di Dna è stato prelevato dal padre di Alessandro Fiori per effettuare un confronto con quello del cadavere. 

LA POLIZIA TURCA NON ESCLUDE IL SUICIDIO. La polizia turca non esclude l'ipotesi del suicidio nelle indagini su Alessandro Fiori, il cui corpo è stato ritrovato ieri sera sulla riva di Sarayburnu a Istanbul. Lo scrive Hurriyet, sottolineando che sono ancora in corso gli esami del Dna per accertare l’identità del cadavere e le cause del decesso.