Sei in Archivio

musica

Vasco Rossi attacca i social network: "Mentecatti. Niente può condizionarmi"

Il rocker pubblica un post su Facebook intitolato "Chiari...menti"

29 marzo 2018, 14:29

Vasco Rossi attacca i social network:

In uno sfogo su Facebook, Vasco Rossi se la prende con quelli che definisce i «social mentecatti» che hanno commentato negativamente l’assenza di Clara Moroni e Andrea Innesto "Cucchia" dal VascoNonStop Live 2018.
Nel post, intitolato 'Chiari..menti ..!!', Vasco si rivolge «ai pochi, sempre comunque molto attivi e rumorosi sui social, che sostengono dovrei ringraziare qualcuno o loro per primi !?? per quello che sono o per quello che ho realizzato». A loro il rocker risponde: «Io ringrazio sempre e solo il cielo e la chitarra !!», sottolineando che «sono pari con tutti: chiunque ha avuto a che fare con me è stato sempre ripagato con onori, glorie, riconoscimenti o divertimento!!» e soprattutto che «sono io che scrivo le canzoni e ci metto dentro la mia anima!».
«Ai social-mentecatti che mi immaginano nelle mani di altri o pensano di sapere come devo comportarmi - continua Vasco - rispondo che Vasco Rossi sono io. Non è un nome d’arte. La faccia è la Mia. Sono sempre io che alla fine faccio le Scelte, prendo le Decisioni ed è solo Mia la Responsabilità! Niente e nessuno mi può condizionare. Devo essere io ad andare sul palco E devo essere convinto io Per con.. vincere !!».

In un post precedente, Vasco aveva annunciato «le convocazioni per il SuperGruppo del «VascoNonStopLive018": con Matt Laug alla batteria, Claudio Gallo Golinelli al basso, Alberto Rocchetti alle tastiere e pianoforte; Frank Nemola alle tastiere, programmazione, cori e fiati, «nel segno della tradizione e del rinnovamento Stef Burns e Vince Pastano alle chitarre e infine l’entusiasmo e l’energia di Beatrice Antolini per i colori, le percussioni, il «synth», i cori». Beatrice Antolini sostituirà per i cori Clara Moroni, che «sarà comunque presente con un suo progetto personale e aprirà i concerti in diverse città».
Per quanto riguarda il nuovo set, Vasco lo scorso 10 marzo ha anticipato che «sarà un concerto molto rock con momenti di grande emozione e coinvolgimento. Ci saranno delle belle sorprese con canzoni che non faccio da tempo dal vivo e non vedo l'ora di cantare». Il tour negli stadi partirà il primo giugno dall’Olimpico di Torino, dove farà tappa anche il 2, per passare poi per due date a Padova, altre 2 a Roma, 2 a Bari e chiudersi al San Filippo di Messina il 21 giugno.