Sei in Archivio

medio oriente

Scontri al confine tra Gaza e Israele: 8 manifestanti morti, 500 feriti

30 marzo 2018, 16:55

Scontri al confine di Gaza nel "Land Day", che quest’anno si ricorda con la "Marcia per il Ritorno": migliaia di palestinesi sono in "sommossa in sei luoghi lungo la Striscia di Gaza, bruciando gomme, lanciando sassi alla barriera di sicurezza e verso le truppe israeliane che rispondono con mezzi di dispersione e sparando verso i principali istigatori". Lo riferisce l’esercito israeliano sottolineando che Hamas «mette in pericolo le vite dei civili e le usa a fini terroristici, è responsabile dei disordini violenti e di tutto quello che avviene sotto i suoi auspici». L’esercito israeliano sottolinea di vedere «con grande severità ogni tentativo di far breccia nella sovranità israeliana o di danneggiare la barriera difensiva».
L’esercito ha poi spiegato di aver «imposto una zona militare chiusa tutto attorno alla Striscia in accordo con la situazione in atto. Con il rinforzo delle truppe, l’esercito, se necessario è preparato a rispondere - ha continuato - ai violenti disordini programmati lungo il confine della Striscia». L’agenzia palestinese Maan parla di 8 manifestanti palestinesi uccisi negli scontri. L'agenzia Wafa indica anche un numero di circa 500 feriti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA