Sei in Archivio

RIMINI

Scarcerati i vigili arrestati dalla Finanza a Rimini

Sono accusati di perquisizioni arbitrarie e percosse a stranieri

31 marzo 2018, 17:10

(ANSA) - RIMINI, 31 MAR - Tornano in libertà i vigili urbani arrestati a Rimini per peculato, perquisizioni arbitrarie e falso. Il tribunale della libertà di Bologna ha infatti attenuato la misura cautelare nei confronti dei 4 agenti dell'ex nucleo ambientale di Rimini, finiti agli arrestati domiciliari il 15 marzo, nell'ambito dell'operazione 'Old Franck' della Guardia di Finanza, coordinata dal sostituto procuratore Davide Ercolani. Sono accusati di una serie di reati, tra cui perquisizioni arbitrarie di cittadini extracomunitari sospettati di spaccio, percosse a chi si ribellava, verbali falsi, sequestri non dichiarati di denaro intascato dagli agenti. I giudici di Bologna in un provvedimento di 12 pagine hanno ripercorso punto per punto le contestazioni della Procura, confermando ogni singolo episodio del lungo capo di imputazione, e pur riconoscendo le condotte illecite definite "seriali", ha liberato i vigili applicando però la misura interdittiva dalle funzioni di polizia giudiziaria per 12 mesi. Per il Riesame un'attenuazione della misura si giustifica perché non vi sarebbe più per gli indagati né la possibilità di inquinare le prove né di reiterare il reato in quanto già sospesi in via amministrativa dalle funzioni di vigili urbani. Così come non si è ritenuto plausibile il pericolo di fuga. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA