Sei in Archivio

ROMA

Migranti: Unhcr, prendiamo atto decisione Israele

Sami, dell'accordo avrebbero beneficiato entrambe le parti

03 aprile 2018, 13:30

(ANSA) - ROMA, 3 APR - L'Unhcr "prende atto" del fatto che il premier israeliano Benyamin "Netanyahu ieri sera ha dichiarato di voler sospendere" l'accordo "siglato ieri tra l'agenzia Onu per i rifugiati e Israele che riguarda 39 mila rifugiati eritrei e sudanesi di cui 16 mila secondo l'accordo avrebbero dovuto essere trasferiti in modo legale e sicuro in paesi che andranno ad accoglierli". Lo ha detto stamane la portavoce dell'Unhcr per il Sud Europa, Carlotta Sami. Intervenendo a Radio Capital, Sam ha precisato che "nell'accordo non è indicato quali questi Paesi siano, ma poi sono accordi che facciamo direttamente noi con i Paesi che danno disponibilità". Ma in ogni caso, ha detto inoltre, "faremo un bilancio quando avremo tutti gli elementi e rimaniamo a disposizione perché alla fine questa è la soluzione che avrebbe beneficiato entrambe le parti sia lo stato Stato di Israele che i rifugiati".

© RIPRODUZIONE RISERVATA