Sei in Archivio

IL VINO

Freisa di Chieri «Vigna Villa della Regina» dell'Azienda Balbiano: storia torinese

di Andrea Grignaffini -

04 aprile 2018, 12:49

«Da una vigna ex regia della bassa collina torinese, una freisa delicata, dal naso di confettura e pepe bianco. Tannini smussati e in perfetta sintonia col vigoroso succo conquistano per l’imperdibile eleganza». Questa la scheda della Freisa di Chieri Superiore «Vigna Villa della Regina» dell’Azienda Balbiano di Andezeno enunciata dalla Guida Espresso «I Vini d’Italia 2018». Il vino è l’unico cru della Doc Freisa di Chieri, prodotto in purezza con uve Freisa provenienti dallo storico «Vigneto Reale di Villa della Regina» entro il perimetro della città di Torino. Infatti, è uno dei pochi Vigneti Metropolitani esistenti, risalente al Milleseicento, in seguito abbandonato fino al 2003 poi recuperato e reimpiantato su sollecitazione del Ministero dei Beni Culturali e reso attivo dall’Azienda di Luca Balbiano in collaborazione con l’Università di Torino e del CNR per una superficie vitata di circa 1.500 ettari La storia dell’Azienda Balbiano ha una data precisa di nascita, il 14 settembre 1941, come attestato dal Podestà del tempo, con permesso Comunale rilasciato a Melchiorre Balbiano.

L’inizio dell’attività in periodo bellico e post bellico è faticoso, ma sarà l’inserimento nel 1988 nel volumetto «Le cantine di Veronelli» edito da Mondadori dell’indimenticabile Gino Veronelli sulla Freisa di Chieri dell’azienda Balbiano a spronare Melchiorre e Figlio a dare il meglio in vigna e in cantina spostando la lavorazione e la produzione nella nuova sede di Andezeno. Dopo anni di duro lavoro, impegno e sacrifici, la terza generazione guidata da Luca, con l’acquisto e il reimpianto del «Vigneto Reale Villa della Regina» classificata come vigneto metropolitano, realizza i sogni della famiglia diventando un binomio imprescindibile «Il Freisa di Chieri e Balbiano». Da oltre 500 anni, come documentato, il Freisa è un vitigno tipico fra i più antichi e importanti coltivato nelle zone del Monferrato e della Collina Torinese a ridosso del Capoluogo.