Sei in Archivio

GIOVEDI' 5 APRILE

Migrante incinta trascinata giù dal treno dalla polizia francese

05 aprile 2018, 21:12

Un video, pubblicato nei giorni scorsi da tre studenti francesi, mostra una squadra della polizia francese che trascina fuori da un treno una migrante incinta, prendendola per braccia e gambe dopo un energico controllo tra grida e proteste. La donna, scrive il sito Nice-Matin, viaggiava con la famiglia su un convoglio da Ventimiglia ed è stata costretta a scendere a Mentone. Le immagini hanno fatto il giro del web e suscitato l'indignazione degli utenti social. Il caso di Bardonecchia: ascoltati come persone informate sui fatti il sindaco e un funzionario delle Fs.

I PARTITI CHIEDONO TEMPO A MATTARELLA, SECONDO GIRO AL COLLE
"NON C'E' UNA MAGGIORANZA". DI MAIO CHIAMA SALVINI E MARTINA

Dal voto non è uscita una maggioranza e dalle consultazioni non sono emerse intese, servirà un nuovo giro la prossima settimana. Il capo dello Stato Mattarella sintetizza così gli incontri con i partiti per la formazione del governo e sollecita le forze politiche a trovare convergenze. Nella seconda giornata di faccia a faccia, il Pd ribadisce un ruolo d’opposizione e Berlusconi chiede un 'governo per le urgenzè a guida Salvini, dicendo no a 'pauperismi e giustizialismi, populismi e odiò. Il leader leghista dice no ad un governo a tempo, per un esecutivo 'che parta dal centrodestra coinvolgendo il M5s'. Di Maio chiude a Fi e propone un contratto con Lega o Pd, perchè il voto ha chiesto un governo di cambiamento, e il M5s non ha posto veti, spiega. Renzi riunisce fedelissimi e capigruppo.

MURO CROLLA E TRAVOLGE GLI OPERAI, DUE MORTI E UNO GRAVE
154 VITTIME DA INIZIO DELL’ANNO, POLETTI CONVOCA VERTICE

Due operai morti ed uno ferito in un incidente sul lavoro avvenuto a Crotone. Impegnati in lavori di ristrutturazione di una strada, stavano lavorando nei pressi di un muro di contenimento che è improvvisamente crollato seppellendoli. Due sono morti mentre il terzo è rimasto ferito. Sono 154 i morti sul lavoro dall’inizio dell’anno. Poletti annuncia per il 10 aprile un incontro per la sicurezza sul lavoro, con Ispettorato, Inail e Inps.

SCANDALO FACEBOOK, LUNEDI' GLI AVVISI AGLI UTENTI COLPITI
LETTERA DALLA UE, GARANTE PRIVACY CHIEDE INFO SU ITALIANI

Facebook avviserà gli utenti le cui informazioni sono state condivise da Cambridge Analytica da lunedì 9 aprile. Secondo i numeri della piattaforma, in Italia sono 214.134 gli italiani potenzialmente coinvolti. E mentre la Ue scrive al social chiedendo spiegazioni sugli iscritti europei coinvolti, il garante per la privacy intende raccogliere ulteriori elementi sul caso, per quanto riguarda migliaia di cittadini italiani.

TIM: PER VIVENDI CDP BENVENUTA, NON E’ MOSSA OSTILE
FISCO, MEF: ENTRATE NEI PRIMI DUE MESI A 66,8 MLD (+3,6%)

L'ingresso della Cdp non viene considerato un’operazione ostile, anche perchè se lo fosse sarebbe un messaggio negativo per tutti gli investitori stranieri che investono sull'Italia. Questa, a quanto fanno notare fonti finanziarie, la posizione di Vivendi rispetto al possibile ingresso di Cdp nel capitale di Tim, che intanto chiude con un rally in Borsa (+5,2%). Fisco: nei primi due mesi 2018 entrate tributarie a 66,8 mld (+3,6%). Al risultato contribuiscono sia imposte dirette (+3,6%) che indirette (stesso aumento).

LULA A UN PASSO DAL CARCERE DENUNCIA: FA PARTE DEL GOLPE 
RESPINTO RICORSO PER HABEAS CORPUS SU CONDANNA CORRUZIONE

Il Supremo Tribunale Federale brasiliano ha respinto una richiesta di habeas corpus presentata dall’ex presidente Luis Inacio Lula Da Silva per evitargli il carcere dopo la condanna a 12 anni inflitta per corruzione passiva e riciclaggio. Una sentenza che fa parte della stessa 'strategia golpistà che ha portato all’impeachment di Dilma Rousseff due anni fa, ha commentato Lula. «Non avrebbero fatto un golpe per poi lasciarmi essere candidato», ha detto.

 ALLARME ARBITRI: "MINACCIATI DI MORTE, FIGC NON CI DIFENDE" 
BUSTE CON PROIETTILI ALL’AIA, INDAGINI PER MINACCE AGGRAVATE

Plichi con pallottole indirizzate ai vertici dell’Associazione italiana arbitri. La denuncia arriva dal presidente dell’Aia, Nicchi, che denuncia atteggiamenti di minaccia verso le 'giacchette nerè e di indifferenza su gesti ed accuse fuori misura. E accusa: 'Da parte della Figc è in corso un attacco all’autonomia dell’Aia per accentrare tutto a Romà. Minacce aggravate il reato per il quale procede la Procura di Roma.

TV IRAN CENSURA MAMMELLE LUPA CAPITOLINA IN LOGO ROMA
LA GUERRA DEL CARCIOFO, "QUELLO ALLA GIUDIA NON E’ KOSHER"

La tv di Stato iraniana censura le mammelle della lupa capitolina, nel logo della AS Roma, durante la copertura della partita di Champions League con il Barcellona, scatenando l'ironia sui social media. Intanto scoppia la guerra del carciofo. 'Quello alla giudìa non è kosher', secondo Haaretz il rabbinato d’Israele vuole vietarne l’importazione.