Sei in Archivio

ROMA

Pd: Cuperlo, andare oltre? Non capisco e non mi adeguo

Rimasto, soffrendo, durante scissione. Ora voglio ripartenza

05 aprile 2018, 17:40

(ANSA) - ROMA, 5 APR - "Leggo di presunte volontà di 'andare oltre il Pd', uscire dalla famiglia socialista e aggregarsi al movimento di Macron in vista delle europee dell'anno prossimo, anche per evitare che quel movimento cerchi in Italia altri interlocutori, nello specifico 5Stelle. Parafrasando quel vecchio genio del Ferrini "Non capisco e non mi adeguo". Lo scrive su Facebook Gianni Cuperlo, esponente della minoranza Pd, citando uno dei personaggi di 'Quelli della notte'. "Sono rimasto nel Pd quando ha subito una scissione da sinistra e l'ho vissuta come una sofferenza anche personale. Voglio partecipare alla ripartenza e ricostruzione del Partito Democratico. Oltre il Pd non so cosa vi sia, tendenzialmente, vista la forza che ancora raccogliamo e che non è affatto misera, temo ci sia la destra. Spero che su un tema come questo non vi siano ambiguità e che se chiarezza si deve fare la si faccia in fretta. Hic manebimus optime, diceva quello. Ecco, sull'optime capisco si coltivino dubbi. Sul resto no", conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA