Sei in Archivio

FIRENZE

Vino: Chianti in bottiglia 'finto', 4 fratelli a processo

Affittuari vigneti accusati di contraffazione agroalimentare

06 aprile 2018, 21:50

(ANSA) - FIRENZE, 6 APR - Veniva imbottigliato con il bollino Chianti e prodotto in circa 35 di ettari a Rignano sull'Arno (Firenze), in località Castiglionchio: in realtà quel vino non sarebbe arrivato da quei filari ma da altre aree geografiche fuori dalla Toscana. Così, dopo indagini della guardia di finanza, quattro fratelli vanno a processo con l'accusa di contraffazione di denominazioni di origine di prodotti agroalimentari in concorso. Ai quattro è stato notificato un decreto di citazione diretta a giudizio del pm Fedele La Terza. La prima udienza è fissata il prossimo 15 giugno. Nell'accusa i quattro saranno imputati come soci della 'Società agricola dell'Ugo' e della 'Storiche Cantine di Radda in Chianti srl' per la vendita di 141.736 litri di vino recante, sui tipici bollini apposti alle bottiglie, l'indicazione di origine Chianti contraffatta. Uno solo è imputato di falso per aver dichiarato di aver prodotto in quei vigneti 2.024 quintali di uva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA