Sei in Archivio

SAN PAOLO

Brasile: per la polizia l'arresto di Lula è impossibile

Ex presidente sfida il giudice Moro dalla sua sede sindacale

07 aprile 2018, 04:50

(ANSA) - SAN PAOLO, 7 APR - La polizia federale brasiliana ha determinato che le condizioni attuali intorno alla sede sindacale di San Bernardo dos Campos, dove l'ex presidente Lula da Silva è rinchiuso da giovedì scorso, rendono impossibile il suo arresto, a causa del rischio che comporterebbe l'operazione per i manifestanti riuniti intorno al palazzo e per gli agenti incaricati di procedere all'arresto. Lo scrive il quotidiano Folha de Sao Paulo nella sua edizione online, citando fonti delle forze di sicurezza. Lula passerà la sua seconda notte nella sede del sindacato metallurgico Abc della periferia di San Paolo - la stessa dalla quale lanciò la sua carriera di leader sindacale e poi politico - dove è previsto che alle 9.30 ora locale (le 14.30 in Italia) partecipi ad una messa in omaggio a sua moglie, Marisa Leticia, morta l'anno scorso, e che proprio oggi avrebbe compiuto 68 anni. L'ex presidente, circondato da migliaia di sostenitori, ha sfidato l'autorità del giudice Sergio Moro, che gli aveva ordinato di consegnarsi volontariamente a Curitiba entro le 17 di ieri, per cominciare a scontare una pena di 12 anni di carcere per corruzione confermata in seconda istanza. Dopo che il Tribunale Superiore di Giustizia (Stj) brasiliano ha respinto in poche ore una richiesta di habeas corpus, gli avvocati di Lula hanno presentato un nuova richiesta di norma cautelare al Supremo Tribunale Federale (Stf) per bloccare la carcerazione dell'ex presidente, ma è poco probabile che venga concessa, giacché il magistrato dell'alta corte a cui è stata assegnata, Edson Fachin, ha votato contro l'habeas corpus per Lula mercoledì scorso. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA