Sei in Archivio

CANADA

Scontro camion-pullman: "Almeno 14 morti". Coinvolta una squadra di hockey giovanile

Le condoglianze del premier

07 aprile 2018, 11:18

Diverse persone sono morte - pare almeno 14 -  ieri sera in seguito a un incidente stradale in Canada che ha coinvolto un camion e un pullman che trasportava i giocatori di una squadra di hockey giovanile: la polizia non ha ancora reso noto il numero delle vittime e dei feriti, ma ha confermato che ci sono «diversi morti». Lo riporta la Bbc.
L’incidente è avvenuto nel Saskatchewan, una provincia del Canada occidentale. Il pullman con a bordo la squadra degli Humboldt Broncos si dirigeva verso la cittadina di Nipawin, dove era in programma una partita dei playoff.
«Non riesco a immaginare cosa stiano passando questi genitori, il mio cuore è vicino a tutti coloro che sono stati colpiti da questa tremenda tragedia, non solo nella comunità di Humboldt», ha twittato il premier canadese Justin Trudeau.

14 giovanissimi giocatori di una squadra di hockey sono morti nel terribile incidente stradale

I ragazzi, tutti di età compresa tra i 16 e i 20 anni, giocavano per gli Humboldt Broncos della junior league canadese e stavano viaggiando in pullman verso Nipawin, in previsione di una partita di playoff che avrebbero dovuto giocare contro i Nipawin Hawks.

Sulla Highway 35, a nord di Tisdale, nella provincia di Saskatchewan, è arrivato però un tremendo impatto con un camion che ha ucciso 14 membri della squadra, oltre che l'autista. Gli altri 14 giocatori dei Broncos sono stati ricoverati in ospedale e tre di loro versano in condizioni critiche.

"La situazione è molto più grave di quanto chiunque possa immaginare, siamo semplicemente increduli e sconcertati", ha dichiarato alla 'CBS' il presidente dei Broncos Kevin Garinger. "Non riesco a immaginare cosa stiano passando questi genitori, il mio cuore è vicino a tutti coloro che sono stati colpiti da questa tremenda tragedia, non solo nella comunità di Humboldt", il cordoglio espresso su Twitter dal premier canadese Justin Trudeau.