Sei in Archivio

Il "Signore degli Anelli" sarà una serie tv, la più costosa di sempre

1 mld budget, 5 stagioni già in programma, ciak entro il 2019

08 aprile 2018, 13:25

Nelle guerre dello streaming Amazon porta in tv a carissimo prezzo il «Signore degli Anelli": la divisione televisiva del colosso dell’e-commerce ha strappato a Netflix, Hbo, Apple e Disney i diritti per trasferire la saga creata da E.R. Tolkien dal grande al piccolo schermo, con uno show da un miliardo di dollari di cui sono già in programma cinque stagioni.
La nuova serie potrebbe includere materiale inedito di Peter Jackson, il regista delle due trilogie cinematografiche ambientate nel Regno di Mezzo, «Signore degli Anelli» e «L'Hobbit», scrive oggi l’Hollywood Reporter. Dietro se sè, l'iniziativa ha le tasche profonde della società fondata da Jeff Bezos: l’accordo con gli eredi Tolkien, la casa editrice HarperCollins e la New Line (di Warner Brothers) che ha distribuito i film è costato 250 milioni di dollari, a cui devono aggiungersi le spese per cast, set e effetti speciali, con prospettive di un cartellino del prezzo finale valutato che fa della serie, secondo l’Hollywood Reporter, «lo show televisivo più costoso della storia».
Un termine di paragone dà la misura dell’impegno di Amazon: la stagione più cara di Game of Thrones, la numero sei, è costata cento milioni di dollari, una cifra già da capogiro, ma sborsata da Hbo dopo che la serie di era dimostrata campione di audience, mentre Amazon si è impegnata a spendere dieci volte tanto ancor prima dell’inizio delle riprese. La produzione comincerà nell’arco del prossimo biennio, ha indicato la rivista specializzata nel mondo dell’entertainment. Nessuna indicazione è stata data finora sul cast.
Tutto comunque è cominciato lo scorso settembre quando il Ceo di Amazon, Bezos, ha chiesto allallora capo di Amazon Studios, Roy Price, di portargli il prossimo «Trono di Spade": «Penso che 'Il Trono di Spadè sia stato per la tv quello che 'Lo Squalò e 'Guerre Stellarì sono stati per il cinema», aveva detto Price all’epoca: «Opere che hanno ispirato un sacco di persone. E’ diventato la pietra di paragone».
Nelle discussioni tra legali è entrato anche Peter Jackson. Secondo un comunicato di Amazon, «l'adattamento televisivo esplorera» nuove linee di trama precedenti alla 'Compagnia dell’Anellò,» una frase che lascia immaginare una prequel in senso stretto, ma èanche possibile che la serie cominci immediatamente prima del «Signore degli Anelli» e si sviluppi da lì.