Sei in Archivio

calcio e polemiche

"La porta è come una donna", frase sessista, bufera su Ferrero

09 aprile 2018, 20:39

"La porta è come una donna: non va discussa, va penetrata!": frase incommentabile da parte di Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria dopo il derby con il Genoa, finito 0-0. Un'uscita, a dir poco brutta per commentare la scarsa vena realizzativa degli attaccanti della sua squadra durante la partita.  Una frase che ha immediatamente scatenato, sui social, commenti e insulti rivolti al bizzarro presidente blucerchiato. In testa "Assist", l'Associazione nazionale delle atlete, attraverso la presidente Luisa Rizzitelli, che oltre a pretendere le scuse di Ferrero, ha chiesto alla procura federale della Figc di valutare eventuali provvedimenti da prendere nei confronti del presidente della Samp per l'utilizzo di un linguaggio "inaccettabile e inqualificabile sia per le donne che per gli uomini, non solo per quelli che amano il calcio".   

Il post

“Esprimiamo il più profondo disgusto per la frase pronunciata da #Ferrero, presidente della #Sampdoria. Chieda scusa non solo a tutte le #donne, ma a chiunque abbia a cuore il rispetto tra i generi. Questa frase, retriva e indegna, ci fa arrabbiare ancor più perché pronunciata da un individuo che dovrebbe rappresentare un’eccellenza dello sport. A questo riguardo, chiediamo alla procura federale della FIGC di valutare adeguati provvedimenti per l’uso di un linguaggio inaccettabile e inqualificabile sia per gli uomini che per le donne e non solo per quelli che amano il #calcio.” Luisa Rizzitelli Presidente Assist Ass. naz. Atlete FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio