Sei in Archivio

EDITORIALE

Due donne e una storia di talento e di volontà

di Michele Brambilla -

10 aprile 2018, 16:57

Due donne e una storia di talento e di volontà

Prendiamoci una pausa dalla politica per parlare del compleanno di due donne che hanno avuto una piccola grande parte nella storia dell’emancipazione femminile. Sono due cantanti. Patty Pravo, all’anagrafe Nicoletta Strambelli, ha compiuto 70 anni ieri. Caterina Caselli ne compie 72 oggi. Auguri. Sono state le prime donne a cantare al Piper, locale mito degli anni Sessanta.
Patty Pravo la vidi al primo festival di Sanremo che seguii come giornalista, nel 2011. Mi parve che steccasse, ma Marinella Venegoni, grande critica musicale de La Stampa, mi istruì: «Guarda che lei ha sempre steccato. In teoria, non saprebbe cantare. In teoria. In pratica, ha una tale personalità che fa di lei un’artista unica».
Quanto a Caterina Caselli, credo che la sua storia debba essere insegnata a tutti i giovani sfiduciati di oggi. Figlia di una famiglia emiliana di origini contadine, rimasta presto orfana di padre, lasciò la scuola e andò a fare la segretaria in una ditta di abbigliamento, “Confezioni Pony”, per potersi pagare gli studi di musica. Diventata famosissima, a soli 24 anni si ritirò per fare la mamma. Poi si è reinventata come scopritrice di talenti ed è diventata una straordinaria manager.
Ecco perché oggi parliamo di loro: per ricordare a tutti che cosa sono la personalità, il talento ma soprattutto la forza di volontà. Da domani torneremo a occuparci di Di Maio, Salvini e i tormenti del Pd.