Sei in Archivio

emiliaromagna

Consiglio Ue assicura futuro a Orchestra giovani dell'Unione

12 aprile 2018, 22:20

BRUXELLES - Il Consiglio Ue ha adottato oggi un regolamento che prevede la prosecuzione del finanziamento dell'Orchestra dei giovani dell'Unione europea (Euyo), che si trasferirà in Italia, e più precisamente a Ferrara, dopo la Brexit. Il finanziamento è stato assicurato fino alla fine del 2020 nell'ambito del programma Europa creativa. Nell'ambito di questo accordo, l'Orchestra dovrà intensificare gli sforzi in settori quali l'ampliamento del pubblico, la visibilità e l'equilibrio geografico tra i musicisti.   "L'Ue ha garantito che l'Orchestra dei giovani continui a essere tra le migliori del suo genere", ha detto Boil Banov, ministro della cultura della Bulgaria e presidente del Consiglio. "È costituita da giovani musicisti, direttori d'orchestra e solisti dotati di grande talento e professionalità provenienti da tutta l'Ue, ed è motivo di orgoglio per tutti noi", ha aggiunto.   L'Orchestra dei giovani, fondata nel 1976 dal progetto di Claudio Abbado di un'Orchestra Sinfonica di Giovani dell'Ue, riunisce giovani musicisti di talento provenienti da tutti i 28 Stati membri che lavorano ai massimi livelli musicali. L'Orchestra dei giovani è un simbolo dell'Europa e ha svolto un ruolo unico nella promozione del dialogo interculturale, del rispetto e della comprensione reciproci attraverso la cultura. Si è esibita nelle maggiori città e in occasione dei più importanti festival in Europa e nel mondo, in una varietà di contesti formali e informali, e utilizza configurazioni e tecniche tradizionali e innovative per un pubblico molto vario. Mediante le sue attività l'Orchestra agisce da ambasciatrice culturale dell'Unione, mettendo in risalto la ricchezza e la diversità della cultura europea e dando spazio ai nuovi talenti.    

© RIPRODUZIONE RISERVATA