Sei in Archivio

politica

Eramo: "Perché la Municipale non ha ancora un comandante a tempo pieno?"

17 aprile 2018, 18:42

Eramo:

Parte dai dati sul lavoro della Municipale presentati nei giorni scorsi, Pier Paolo Eramo, del gruppo consiliare Parma Protagonista. "Cifre che purtroppo poco ci dicono sul fatto che la situazione della sicurezza a Parma sia cambiata o meno (questo bisognerebbe in realtà chiederlo ai cittadini). Bisognerebbe anche chiedersi qual è esattamente lo scopo di immobilizzare un certo numero di agenti in un presidio come quello di san Leonardo (e ora ne vengono promessi altri due in centro), quando il bisogno più acuto sarebbe quello di un impiego mirato e flessibile delle risorse disponibili".

"La scelta del Comune - scrive Eramo - è evidentemente quella delle cosiddette politiche di "rassicurazione", cioè degli agenti che si fanno vedere in strada e parlano con le persone - il che è sicuramente molto positivo in contesti normali - ma che non fanno indagini e arresti dove serve e quando serve (a proposito, quante indagini che hanno portato a un arresto sono state fatte dalla Polizia Municipale nel 2017?).
Oltre a tutto questo, c'è una questione che l'assessore non ha affrontato con i giornalisti (e con i cittadini): perché la comandante della Polizia Municipale oggi è ancora "ad interim", da fine novembre 2017? Per quanto tempo lo resterà ancora?
E' normale che, di fronte alle sfide crescenti in tema di sicurezza e degrado urbano, la Municipale non abbia un comandante a tempo pieno? La precarietà dell’attuale condizione rischia infatti di compromettere l’efficacia, il buon funzionamento e l’autonomia del Corpo, per non parlare delle possibili confusioni di ruolo tra comandante part-time, assessore alla sicurezza e "delegato".
Allora, Assessore e Sindaco: quando un Comandante titolare e a tempo pieno?".